Tappa Blogtour “Un’Antologia per la Tana”

un__antologia_per_la_tana_by_strawberry91-dav2lsuBuonasera a tutti Booklovers,

oggi è una giornata speciale perché il mio blog ospiterà una tappa del blogTour di “Un’Antologia per la Tana”, un progetto per autori esordienti di cui parleremo attraverso le parole della scrittrice Alice Gerini. Ecco a voi l’intervista!

  • Ciao, Alice! Benvenuta sul mio blog, cominciamo col parlare del progetto un’Antologia per la Tana. Come sei entrata a far parte di questa raccolta? Di cosa parla il brano che hai scelto per il progetto? Ciao e grazie a te per questa splendida opportunità! Il tutto è nato quasi per caso grazie la pagina face book La tana dei libri sconosciuti, e soprattutto grazie ad Hanna che ha letto il libro da cui è stato tratto il racconto e ha lanciato la proposta dell’Antologia. Il racconto si intitola Il colore degli angeli e fa parte del mio primo romanzo rosa La donna dei suoi sogni.Tratta di uno dei personaggi femminili della storia, ne descrive il passato, la formazione ed evoluzione del carattere, è un personaggio a cui sono molto affezionata e ho voluto approfittare dell’occasione dell’Antologia per approfondirla.
  • Cosa rappresenta per te la scrittura? Quando hai cominciato a scrivere? La scrittura per me è uno sfogo, un’evasione dalla realtà. Ho iniziato a prendere sul serio questa passione a diciassette anni per motivi personali purtroppo non particolarmente allegri, il mondo che mi circondava era troppo negativo così trovai sfogo nella scrittura. Nei miei libri o nei miei racconti andava esattamente come volevo io, giostravo eventi e persone, da quel giorno decisi che quella piccola valvola di sfogo poteva essere qualcosa di più di un semplice hobby. Ci sono voluti anni e coraggio ma alla fine ce l’ho fatta e ne sono davvero felice!
  • Il personaggio, nato dalla tua penna, al quale sei più affezionata e perché. Il personaggio al quale sono più affezionata fa parte di una trilogia Urban Fantasy che scrissi due anni fa: La trilogia degli Esperimenti. Si tratta di Gabriele, un ragazzo dal passato oscuro con un potere molto particolare, che, nonostante pochi si curino di lui, il suo unico obiettivo è quello di rendere il mondo un posto migliore anche a discapito della sua felicità. E’ un personaggio devoto al bene e alla giustizia, ma soprattutto è molto importante poiché rispecchia la persona a cui mi sono ispirata per descriverlo, ovvero mio fratello. Quindi più che un personaggio di fantasia ormai lo considero proprio come un componente della mia famiglia!
  • Sei una scrittrice emergente, cosa consiglieresti ai tanti giovani scrittori che provano a farsi conoscere come te? Essere uno scrittore emergente non è facile, specialmente in questo periodo in cui molti editori, vuoi per la crisi o per lo scetticismo, non accettano nuove proposte e non se la sentono di rischiare nell’investire su sconosciuti. Personalmente ho scelto la via del self-publish, un servizio di autoproduzione che è (ahimé) un po’ costoso ma è l’unico modo per iniziare la strada della scrittura. Non è semplice ma dopo tutto le cose che contano davvero non si ottengono mai con facilità! Quindi il mio consiglio è questo: non mollare mai, stringere i denti, imparare dalle critiche e soprattutto dai rifiuti. Bisogna sempre avere la forza e il coraggio di rialzarsi e lo dice una che per pubblicare il suo primo libro ci ha impiegato ben sette anni!
  • Spiega in poche righe perché comprare e sostenere “Un’ Antologia per la Tana”. Un’Antologia per la Tana è un progetto innovativo, geniale, sostiene gli scrittori emergenti e da modo loro di farli conoscere al pubblico. Ho avuto il piacere di leggerlo e sono tutti brani scorrevoli, piacevoli e accessibili ad ogni tipo di lettore, elemento aggiuntivo a queste note positive. Insomma credo che sia un ottimo acquisto per chiunque, sia per chi vuole ampliare i propri orizzonti di lettura, per chi vuole leggere qualcosa di diverso o per chi ha semplicemente voglia di prendere un po’ di tempo per sé stesso.

Link Amazon di acquisto dell’antologia 🙂 Bye bye Booklovers e alla prossima!

Annunci

3 pensieri su “Tappa Blogtour “Un’Antologia per la Tana”

  1. Lady C. ha detto:

    Altra bellissima tappa ❤ Conoscere gli scrittori e i libri di cui essi sono autori dalle loro parole è stupefacente, non solo per comprendere le sfumature delle loro opere ma anche per capire la loro persona e sentirsela quasi amica, in un certo senso 🙂 Grazie per l'intervista e soprattutto del consiglio non indifferente 😀 ❤

    "[…] Quindi il mio consiglio è questo: non mollare mai, stringere i denti, imparare dalle critiche e soprattutto dai rifiuti. Bisogna sempre avere la forza e il coraggio di rialzarsi e lo dice una che per pubblicare il suo primo libro ci ha impiegato ben sette anni!"

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...