Nessun porto nella nebbia, di Maria Campanaro

22236466_1746379028738086_1769189560_nBuongiorno, Booklovers!

Ecco a voi una nuova recensione per la mia collaborazione con il blog di Linda Bertasi. Vi parlerò del romance storico di Maria Campanaro Nessun porto nella nebbia

Andate a “spulciare” un po’ QUI

Annunci

Ancora accanto a me, di Marilena Barbagallo

ancora-accanto-a-me-Buonasera, booklovers!

Attendevo questo momento da due anni e finalmente è uscito il seguito di Oscuro (sì, lo so, continuerò a chiamarlo sempre così!) per Newton Compton: Ancora accanto a me.

Ecco a voi tutte le mie impressioni su questa lettura coinvolgente e passionale.

Sinossi:

Un successo del passaparola
Dall’autrice del bestseller Uno sconosciuto accanto a me
La vera passione è nascosta nei luoghi più oscuri
Tutto era iniziato con manette, prigionia, digiuno e sangue. Adesso, per Lena Morozov, costretta a diventare una spia, non c’è un nuovo inizio, ma una fine.

È in un letto, ma non ha le manette ai polsi. È oppressa, ma non dall’oscurità che aveva imparato ad amare. La sensazione che prova adesso è ancora peggiore: sa di tradimento. Intorno alla sua pelle, altra pelle si stringe in una morsa di possesso. Sulla sua bocca, altre labbra respirano. Pochi secondi per capire, un battito di ciglia per inalare un odore diverso. Non è Amir. Non è il suo Maestro. Adesso Lena deve mettere in pratica l’arte della finzione, Amir la controllerà da lontano. Non intende essere il suo angelo custode, lui vuole essere la sua ombra. Per Lena, scoprire di far parte di un mondo tanto perverso quanto crudele sarà insostenibile; per Amir, inaccettabile. Al Settore Zero poco importa: Lena per loro è solo un prodotto da disattivare quando non servirà più. A quel punto, ad Amir non basterà essere un’ombra, tanto meno un angelo. Dovrà tenerla lontano da sé, pur volendo rimanere accanto a lei, ancora.
Una storia cruda, carnale, in cui gli amanti non si baciano, si divorano
Uno straordinario caso editoriale nato dal self publishing

Commento:

Quando ho saputo che finalmente sarebbe uscito Ancora accanto a me ho provveduto a “ripassare” il primo volume della duologia (Oscuro in self, Uno sconosciuto accanto a me per Newton Compton) perchè era passato davvero troppo tempo dalla sua lettura. Così ho fatto una maratona “Amir e Lena” che mi ha lasciato un pizzico di nostalgia alla sua conclusione. Ma andiamo per ordine…

La fine di Oscuro era stata un cliffhanger da paura e l’inizio di Ancora accanto a me riprende esattamente da quel punto. Lena vivrà, soprattutto all’inizio del romanzo, un grande conflitto interno: deve privilegiare la sua missione o il suo amore per Amir? Deve occuparsi di se stessa o sacrificarsi per Sasha e la sua famiglia? In questo secondo romanzo della duologia conosciamo molto di più il passato di Lena e vengono accennati tanti personaggi meritevoli di una storia a parte (credo che Marilena avrà varie richieste di Spin-off). Alcuni di essi avrei voluto incontrarli più spesso nella narrazione, ma capisco che il focus della scena dovesse restare sempre concentrato su Amir e Lena.

Come nella migliore tradizione dei dark di Marilena Barbagallo, il finale di Ancora accanto a me, senza dare spoiler, soddisferà i fan, ma per me che sono un’eterna romantica manca qualcosa in più (mi era successo lo stesso anche con la duologia di Krum e Ambra). Il lato positivo della cosa è che così potrò fantasticare sui personaggi ancora, sperando in un terzo romanzo in futuro…

La tensione fra i due protagonisti è il filone conduttore della trama, il brivido che si avverte dall’inizio alla fine. Pur non essendo un’amante dei romance dalle tinte dark, ho adorato la duologia di Amir e Lena, e atteso con ansia la sua conclusione per tanto, troppo, tempo. Noi fan verremo santificati!

Voto a questa storia…9! Baci, Booklovers e alle prossime letture!

Link Amazon

La notte più lunga, di Leylah Attar

51Og2MtC6GLBuonasera, Booklovers!
Questa sera vi parlo di un romance magico, ambientato in una Tanzania in bilico fra luce e oscurità. Ecco a voi La notte più lunga di Leylah Attar 🙂
Sinossi:
«E così, in un vecchio fienile rosso ai piedi del monte Kilimanjaro, ho scoperto la magia inafferrabile che avevo intravisto solo tra le pagine di grandi storie d’amore. Fluttuava intorno a me come una farfalla appena nata e si stabilì in un angolo del mio cuore. Ho trattenuto il fiato, ho avuto paura di respirare per paura che scivolasse fuori e la perdessi per sempre.»
Quando una bomba esplode in un centro commerciale dell’Africa orientale, le tragiche conseguenze delle scosse di assestamento provocano l’incontro di due estranei in un percorso per il quale nessuno dei due sa di essere destinato. Jack Warden, un coltivatore di caffè divorziato in Tanzania, perde la sua unica figlia. A un oceano di distanza, nella campagna inglese, Rodel Emerson riceve una telefonata che le comunica la morte di sua sorella. Sconvolta, prende un aereo nella speranza di un po’ di pace. Due persone comuni, legate da un evento tragico, sono in cammino per ritrovare sé stesse. Li aspetta un’avventura nelle immense pianure di Serengeti, durante la quale il destino di tre bambini si lega indissolubilmente al loro. Ma nonostante le avversità, un’altra sfida si profila all’orizzonte: possono sopravvivere a un’altra perdita, questa volta quella di un amore che è destinato a scivolare tra le loro dita, come le nebbie che svaniscono alla luce del sole?
«A volte ci si imbatte in una storia dai colori dell’arcobaleno, che ci attraversa il cuore. Potremmo non essere in grado di afferrarne o mantenerne il significato, ma non saremo mai dispiaciuti per il colore e la magia che ha portato nella nostra anima.»
Commento:
La notte più lunga è un ciclo di sofferenza e rinascita, dalla prima all’ultima pagina. Avevo già letto la trama e sapevo della tragedia che unisce i due protagonisti, quindi ero preparata, ma leggerla mi ha comunque provato di un peso che mi sono portata dietro dall’inizio alla fine.
Jack è un uomo finito, segnato dalla morte della figlia, Rodel desidera portare a termine la missione che sua sorella non ha potuto completare, a causa dell’attentato terroristico al centro commerciale. Con questa “scusa” Jack e Rodel si conoscono, e dopo i primi attriti cercano di smussare il dolore della perdita indirizzando le energie verso qualcos’altro: salvare la vita a un gruppo di bambini albini e magari tornare ad amare ancora. Questo romanzo ha dei tratti in cui la narrazione diventa molto incalzante, tratti in cui succede poco o niente, il ritmo è poco equilibrato ma comunque resta una lettura godibilissima. Il maggiore punto di forza è il fascino dell’ambientazione in Tanzania, con tutta la magia che le tribù indigene del posto possono suscitare.
Il tutto condito dall’aroma del caffè che viene prodotto da Jack nella sua azienda.
La parte finale mi è sembrata un po’ trascinata, si potevano tagliare molte scene, ma comunque l’epilogo rimane una chicca che segna e commuove.
 
Voto alla lettura… 7+. Baci, Booklovers e alla prossima!

Il piccolo atelier sulla Senna, di Maxim Huerta

COP_huerta_il_piccolo_atelier_di_montmartre.inddBuonasera, Booklovers!

Sono una grande appassionata, ormai lo sapete, dei romanzi ambientati su archi temporali diversi, del genere di Lucinda Riley e Corina Bomann, così non potevo sottrarmi alla lettura de Il piccolo atelier sulla Senna di Maxim Huerta! In una Parigi magica, la storia di due donne separate da molti anni ma unite dal filo del destino…

Sinossi:

Teresa è una giovane donna che vorrebbe colorare la sua vita. Il suo cuore è cucito di grigio da quando, bambina, ha perso la madre ed è passata sotto la tutela inflessibile di una zia gelida e severa. Sarà per questo che frequenta le lezioni private di un anziano pittore che è anche un po’ filosofo: è lui a insegnarle che, prima del colore, deve imparare a dominare l’oscurità e, anziché continuare a sfumare gli sbagli, spesso è meglio strappare il foglio e ricominciare da capo. Teresa non ha mai avuto il coraggio di prendere in mano la sua vita. Ma un giorno, passando davanti al negozio di un antiquario a Madrid, avverte un brivido che la spinge a entrare e a soffermarsi davanti a una vecchia insegna parigina: «Aux tissus des Vosges, Alice HUMBERT, nouveautés». Quella scritta colorata le parla di un tempo lontano, di una città affascinante e di una donna sconosciuta cui sente legato inspiegabilmente il suo destino. E così, in un istante, è presa dal desiderio di conoscere il mistero che si cela dietro quel nome, e lascia Madrid per la città delle luci. A Parigi, Teresa trova il negozio di stoffe abbandonato nei pressi della Senna, e proprio lì scopre vecchie fotografie di inizio Novecento che ritraggono una bellissima ragazza: Alice. Un frammento dopo l’altro, Teresa ricomporrà il quadro di una vita di cui avrebbe voluto essere protagonista: dalle umili origini all’ascesa nel bel mondo, dagli atelier dei pittori maledetti di Montparnasse a quello scintillante di Coco Chanel. S’immergerà nella storia di una donna che cercò la felicità a ogni costo, senza paura di attraversare le mille zone d’ombra dell’esistenza. E, grazie a quella storia, Teresa imparerà a riconoscere la luce che si nasconde anche dentro il bianco e nero, trovando finalmente la spinta per una nuova vita e un nuovo inizio tutto suo.

Commento:

Devo dire che mi aspettavo di più da questo romanzo. La trama e l’ambientazione nella Parigi degli anni ’20 mi hanno un po’ ingannato. La lettura comincia nel presente, Teresa è schiava di una vita monotona e sente la necessità di cambiare qualcosa. La spinta le viene data dal ritrovamento di una vecchia insegna appartenente a un piccolo atelier sulla Senna. Nasce così l’idea di trasferirsi a Parigi e seguire la rotta che Alice Humbert, proprietaria dell’atelier nella prima metà del Novecento, sembra aver tracciato per lei. Le vite di queste due donne si intrecciano anche a distanza di molti anni…

Le cose che non ho amato di questo romanzo sono state:

1- la lentezza di alcuni passaggi, in pratica per un centinaio di pagine non succede assolutamente nulla;

2- le due protagoniste: Teresa è fin troppo debole, una foglia nel vento, mentre Alice l’ho vista un’arrivista della peggior specie, una di quelle che non si pongono troppi scrupoli nel calpestare i sentimenti degli altri pur di seguire i propri sogni, percorrendo una strada a dir poco discutibile…

3- il finale troppo affrettato: dopo momenti di noi assoluta, succede tutto nelle ultime pagine e non viene ben spiegato, soprattutto la parte relativa al destino di Alice.

Una lettura che non mi ha colpito, nè si è impressa particolarmente nella mia memoria.

Voto al romanzo… 5 e mezzo! Baci, Booklovers, e alla prossima!

Link Amazon

Mai come te, di Adelia Marino

downloadBuongiorno, Booklovers!

Doppio aggiornamento oggi sul blog! Ecco un romanzo di un’autrice italiana che non conoscevo, un New Adult che fa parte di una serie di romanzi autoconclusivi: Mai come te, di Adelia Marino.

Trama:
Dakota Turner ha un piano preciso: finire il college, non deludere suo padre, evitare ogni tipo di guai. La sua migliore amica, però non la vede così e la trascina a una gara clandestina nel bel mezzo della notte, durante la quale Dakota nota un’auto scura, lucida, perfetta. Il contrario del suo proprietario. Blake Scott è un’anima nera. È stato costretto a crescere in fretta e si è sempre preso cura del suo gemello. Autoritario, dalla battuta facile e con un vocabolario colorito, ama tutto ciò che è pericoloso. Si accorge subito della ragazza abbronzata e completamente fuori posto che si aggira vicino alla sua macchina. Con quei bellissimi occhi, le onde bionde e l’atteggiamento da educanda, sembra una principessa. E una principessa non starebbe mai con un soldato, non sfiderebbe il destino per uno che distrugge tutto ciò che bello. E lei lo è. Dakota e Blake sono il giorno e la notte. Infastidirla diventa lo scopo principale delle giornate di Blake. Vederla arrabbiata per lui è… eccitante. Non importa quanto si detestino, il desiderio che provano l’una per l’altro è irresistibile.

Commento:
Non conoscevo questa autrice italiana e ho colto dell’occasione dell’offerta targata Newton Compton, che ha messo a disposizione tutto il catalogo digitale a 0,99, per acquistare qualcosa di suo. Mai come te si tratta del primo volume autoconclusivo della serie The Heartbeats che ha come protagonista la coppia Dakota/Blake. Dakota è appena entrata al college e desidera solo godersi il momento insieme alla sua migliore amica, senza complicazioni, Blake viene presentato come il classico cattivo ragazzo, tutto tatuaggi, piercing e moto. Si incontrano durante una corsa clandestina notturna e da quel momento in poi nasce un rapporto di amore/odio tra loro che continuerà per l’intera durata del romanzo.
Non ho amato affatto questa storia, Dakota è davvero odiosa, la classica presuntuosetta che cambia idea ogni due minuti, rimprovera Blake per cose assurde e lo fa passare come il cattivo di turno quando di “cattivo” ha solo l’aspetto. Blake è divertente, sa cucinare ed è protettivo. Mi spiegate che razza di bad boy è? Tralasciando i personaggi da cliché che non hanno nulla ma proprio nulla di particolare, la storia in sé sembra il riassunto di molti altri romanzi simili, scritti meglio e con una storia più corposa e accattivante. Mai come te è un libro composto quasi esclusivamente da dialoghi inverosimili, pochissima introspezione dei personaggi, per non dire nulla, e una serie di elementi accalcati tutti nel finale giusto per dire: così posso scrivere dei sequel!
Per me bocciato, rimando il giudizio sull’autrice a quando leggerò anche altri suoi romanzi, per il momento il suo stile mi è sembrato ancora molto acerbo.

Voto alla lettura…2! Baci, Booklovers, e alla prossima 😉

Link Amazon

La meraviglia di essere simili, di Daniela Volonté

download (1)Buongiorno, Booklovers!

Dopo una breve pausa estiva, eccomi con un mega consiglio che ho recuperato durante l’estate: La meraviglia di essere simili, di Daniela Volonté. Enjoy it!

Trama:

Per dimenticare un passato doloroso, Elisabeth decide di allontanarsi da New York. Si trasferisce così nella cittadina nella quale viveva la sua migliore amica e inizia a lavorare come insegnante. Ma al liceo di Watertown la sua vita è destinata a cambiare. A sconvolgerla sarà Alexander, un ragazzo di diciassette anni. Come Elisabeth, anche Alex ha un passato che lo ha segnato, e il presente non va granché meglio: la madre è alcolizzata e lui deve prendersi cura della sorella più piccola, Julia, di soli sei anni. Elisabeth lo incontra in aula il primo giorno di scuola, e da quel momento non riuscirà più a dimenticarlo. C’è un dolore comune che li unisce, eppure quando sono insieme la sensazione che provano è quella di pace. Ma Alex è minorenne e oltretutto è un suo allievo. Elisabeth sa bene che non può permettersi alcun tipo di coinvolgimento sentimentale. All’inizio entrambi cercano di tenere a bada i propri sentimenti, fin quando non riescono più a trattenerli…

Commento:
Un romanzo che ti resta nel cuore! Daniela Volonté, autrice appena scoperta, è riuscita a trattare un tema così delicato con maestria, senza sconfinare mai nel volgare, mantenendo una profondità che conquista. Durante la lettura, inizialmente, l’elemento della differenza d’età fra i protagonisti è ben evidente, ma pagina dopo pagina non ci si fa più caso. Elisabeth ha delle fragilità e ha bisogno d’affetto, Alex è dovuto crescere in fretta ed è molto più maturo dei ragazzi della sua età. Mi sembrano due protagonisti ben equilibrati. Ho letto questa storia davvero tutta d’un fiato, soprattutto la prima metà, e non mi succedeva da parecchio. Lo stile dell’autrice mi piace, una bellissima scoperta, e mi ha stimolato a voler leggere altro di suo. Sa approfondire i personaggi, crea dei passaggi molto poetici e sa accattivare, pagina dopo pagina.
Promosso a pieni voti

Voto alla lettura…9! Baci, Booklovers e alla prossima!

Link Amazon


					

Central Park, di Guillame Musso

918LHWLSfLLBuongiorno, Booklovers!

Oggi vi parlo di un thriller bestseller numero 1 in Francia che ha venduto più di un milione di copie: Central Park, di Guillame Musso, edito in Italia da Bompiani.

Sinossi:

New York. Otto del mattino. Alice, una giovane poliziotta di Parigi, e Gabriel, pianista jazz americano, si svegliano ammanettati l’una all’altro su una panchina di Central Park. Non si conoscono e non ricordano nulla del loro incontro. La sera prima Alice era a una festa sugli Champs-Elysées; Gabriel suonava in un pub di Dublino. Com’è possibile? Per capire cosa sta succedendo non possono fare altro che agire in coppia, e la verità che scopriranno finirà per sconvolgere le loro vite.

Commento:

Avevo questo romanzo in ebook sul Kindle da tempo, ma non mi decidevo a leggerlo. Sono molto “a periodi” con le letture, ormai lo sapete. E l’altro giorno mi è venuta una gran voglia di thriller e quindi eccomi qui.

Central Park comincia in medias res, con una scena che è una bomba narrativa: due sconosciuti (Alice e Gabriel) si svegliano a Central Park, non si conoscono e non hanno idea di come siano arrivati lì. Con una serie di indizi, Alice, una giovane poliziotta, prova a ricostruire quanto accaduto la sera prima, della quale non ricordano nulla, e a scoprire chi li ha condotti fin lì. Tutte le informazioni in loro possesso li riconducono a un serial killer tornato dal passato, una vecchia conoscenza di Alice, un uomo che l’ha quasi uccisa in passato e che ha causato la perdita del suo bambino.

Tutta l’azione si svolge in meno di 24 ore. Alice e Gabriel vivono da fuggitivi perchè non si fidano a chiedere aiuto alla polizia di New York, e provano da soli a raggiungere un serial killer che sembra proprio voler “giocare” con loro.

Central Park è un thriller ben riuscito, per quanto il finale sia “già visto” e rientri nel filone dei romanzi psicologici in cui si dubita di tutto e tutti fino all’ultima pagina.

Alice e Gabriel sono un’ottima accoppiata. Inizialmente l’azione è calamitata dal personaggio di Alice, poliziotto autoritario fino al midollo, poi si comprende bene la figura di Gabriel e la situazione si ribalta, mettendo Alice un po’ in secondo piano.

Oltre alla componente thriller c’è anche quella romance, che non guasta mai, e si scava a fondo nel dolore che alberga nel cuore e nei ricordi di Alice, un futuro distrutto e un amore perso per sempre.

Voto al romanzo… 8! Baci, Booklovers e alla prossima!

Link Amazon